Il CEO di MicroStrategy potrebbe ‚liquidare 200 milioni di dollari in Bitcoin di sabato‘

Possiamo liquidarla in qualsiasi giorno della settimana, a qualsiasi ora del giorno“, ha detto Michael Saylor.

Michael Saylor ha detto che tutte le partecipazioni di riserva Bitcoin

Michael Saylor ha detto che tutte le partecipazioni di riserva Bitcoin dell’azienda di business intelligence MicroStrategy, con i suoi 400 milioni di dollari, potrebbero essere liquidate in qualsiasi momento.

In un’intervista del 22 settembre, Saylor ha detto a Bloomberg che, sebbene „la volatilità non sia un vero motivo per vendere“, non esiterebbe a liquidare i 38.250 Bitcoin (BTC) di MicroStrategy in un attimo se i rendimenti di un asset alternativo dovessero saltare.

Sebbene MicroStrategy abbia acquisito Bitcoin in una serie accuratamente orchestrata di 78.338 transazioni separate fuori catena, il CEO ha detto che scaricarle sarebbe stato molto più semplice.

„Possiamo liquidarle in qualsiasi giorno della settimana, a qualsiasi ora del giorno“, ha detto Saylor. „Se avessi bisogno di liquidare 200 milioni di dollari di Bitcoin, credo che potrei farlo di sabato“.

Non c’è, tuttavia, alcuna ragione di pensare che Saylor intenda vendere il Bitcoin appena acquistato dalla società in qualsiasi momento, in particolare con l’amministratore delegato che stima che la cosiddetta inflazione dei beni aumenterà a più del 20% all’anno, erodendo il potere d’acquisto. „Siamo abbastanza sicuri che la Bitcoin sia meno rischiosa del possesso di denaro contante, meno rischiosa dell’oro“, ha detto.

MicroStrategy ha annunciato l’11 agosto di aver acquistato

MicroStrategy ha annunciato l’11 agosto di aver acquistato 21.454 BTC per 250 milioni di dollari, adottando la crittovaluta come attività di riserva primaria. Dopo l’investimento iniziale, l’azienda ha acquistato altri 16.796 Bitcoin per 175 milioni di dollari.

Le sue partecipazioni totali sono ora valutate a circa 401,5 milioni di dollari, con il recente calo del 6% dell’asset cripto, il che significa un rendimento negativo del 3,2% dopo sei settimane. Tuttavia, il Bitcoin in generale è aumentato nel 2020, passando dai 7.000 dollari di gennaio ai 11.000 dollari di settembre.

Sebbene inizialmente sostenesse che „i giorni dei Bitcoin sono contati“ nel 2013, Saylor è diventato uno dei principali sostenitori del cripto, anche apparentemente abbracciando una mentalità massimalista dei Bitcoin in un tweet del 20 settembre, definendo BTC una delle poche reti „cripto-asset“.

„Siamo abbastanza sicuri che Bitcoin sia meno rischioso che avere denaro contante, meno rischioso che avere oro“, ha detto il CEO a Bloomberg.

Ha previsto che altre aziende avrebbero probabilmente investito in Bitcoin entro sei mesi.